Beatrice Torrini Tel. +39 347 1947343
beatricetorrini@vinibio.bio
linkedin
facebook     insta
Filippo Ferrari Tel. +39 345 4557836
filippoferrari@vinibio.bio
linkedin

Giornalista

Beatrice torrini

1985 – Terra – Chi – I settennio

Fregata dalla mia caparbia attitudine al romanticismo, sette anni prima ho sorpreso la coppia Torrini Merciai nascendo il giorno di San Valentino. In casa valeva tutto e il contrario di tutto, “l’importante è la salute!”. Un fratello poco collaborativo nella definizione di ruoli e legami, un padre, per lavoro, sempre in giro nel mondo, ho trascorso buona parte della mia infanzia nella bottega di alimentari del nonno materno, il mio “buen retiro” quando rientravo da scuola. C'erano le damigiane di vino da vuotare nei fiaschi, il pane da portare alle signore del paese e la mortadella gigante sul bancone, un mondo fantastico per una golosa dalla nascita. L'essere stata cicciottella – adoro ancora i dolci, gli intingoli e i piatti pasticciati– non mi apparteneva, ma evidentemente, crescendo, mi ha segnata durante gli anni del Liceo, in un contesto non più di paese ma fiorentino. Il senso di appartenenza ad uno status predefinito si scontrava con l’educazione familiare ricevuta, basata su praticità, umanità e personalità.

 

1999 – Dimensione - Cosa – III settennio

L'anno sabbatico a Londra ha riempito i miei 21 anni con un bagaglio di nuove percezioni che hanno fatto del ritorno a Firenze e, della dimensione familiare, il motore per perseguire obiettivi molto più ampi rispetto a quelli che potevo immaginare. Ho distratto quindi, la formazione universitaria, dedicandomi a frequentare quell'ambiente lavorativo che fin da piccola guardavo ammirata: la redazione di un quotidiano. Sono stati i primi cambiamenti che mi avrebbero portato ad una forma definita. Perché oltre il modo, la dimensione ottenuta, non era così lineare in rapporto ai miei pensieri in cui la critica era frutto di conoscenza e non di emotività. Ho iniziato a subire il giudizio, trascurando molto di me, per avvicinarmi al “modello di Beatrice” richiesto e contemporaneamente ho inizio a giudicare ma, il mio lato vegetariano (simpatizzante al pesce) mi ha salvata. E' stato l’inconscio segnale di ribellione a certi parametri e regole che non mi avrebbero permesso di vivere da un punto di vista più consapevole.

 

2013 – Forma – Come – V settennio

Anni di eventi, degustazioni, cene di lavoro, aperitivi, pubbliche relazioni e migliaia di incontri, in cui sentivo di dovere cambiare qualcosa nel modo, così da essere più in linea con la mia crescente consapevolezza. Con Filippo, abbiamo deciso di conoscerci perché fondamentalmente nessuno dei due, aldilà della professionalità e delle esperienze fatte, si prendeva troppo sul serio. L'essere giornalista o enologo era il nostro lavoro del quale, senza dubbi, ci siamo innamorati, ma la vita e la ricerca di una forma percettiva che ci desse gli strumenti per avere una reale visione d'insieme, ci ha obbligato ad avere sempre la mente libera e mai fissata sullo stesso punto.

sole 24 ore
Sole 24 Ore - Redazione Centro Nord
Collaborazione giornalistica
2001/2003
Il Giornale Gallo Nero - Chianti Classico Notizie
Collaborazione giornalistica
2002/2003
gallo nero
radiotoscana
Radio Toscana Network
Collaborazione giornalistica
2001/2006
Il nuovo corriere di Firenze
Collaborazione giornalistica
2003/2005consulente comunicazione e marketing
natural style
Natural Style - Cairo Editore
Collaborazione giornalistica
2005/2006
Agenzia Join.com - Corporate communications
Collaborazione redazionale
2005/2011
joincom
firenze spettacolo
Firenze Spettacolo
Collaborazione giornalistica
2008/2016
ViniBio.bio
Comunicazione e marketing
dal 2013
logo
pallò
Fornace Carbone "Pallò"
Progettazione e comunicazione
dal 2017
FaLang translation system by Faboba
Back To Top